Gli ambiti di intervento

downloadLa Psicologia clinica costituisce uno dei diffusi ambiti di ricerca e intervento professionale della psicologia il cui dominio di applicazione concerne i problemi di adattamento, i disturbi di comportamento, gli stati e condizioni di malessere e sofferenza allo scopo di valutarli e prendersene cura con mezzi psicologici per facilitare e sostenere il benessere e lo sviluppo cognitivo, emotivo e relazionale delle persone.
In linea con la definizione normativa di psicologo (L.56/1989), la Psicologia clinica si contraddistingue per le teorie, i metodi e gli strumenti di intervento finalizzati alle attività di prevenzione, valutazione, abilitazione-riabilitazione e sostegno psicologico, con particolare riguardo alla comprensione della domanda dell’utente individuale e collettivo (coppia, famiglia, gruppi, organizzazioni e comunità), alla psicodiagnostica e agli interventi di aiuto e sostegno, compresi quelli strettamente psicoterapeutici (che costituiscono un particolare sottoinsieme di modalità di intervento clinico specialistico mirato a forme psicopatologiche più strutturate).
Fra i nuclei tematici di interesse operativo e di ricerca clinica possono esserne esemplificati alcuni come:

  • la prevenzione (primaria e secondaria) del disagio personale;
  • l’identificazione e diagnosi precoce dei rischi psicopatologici;
  • i fattori cognitivi, affettivo-emotivi, psicosociali, comportamentali, di personalità, sociali e culturali che sono all’origine dei disturbi o mantengono la condizione di disagio;
  • le emozioni e la loro regolazione in rapporto a salute e malattia, con specifico riguardo alle disregolazioni affettive;
  • le modalità di gestione clinica di differenti tipi di disturbi individuali, di coppia, familiari e di gruppo;
  • le varie forme di counseling psicologico individuale, di coppia, familiare e di gruppo;
  • il miglioramento dell’efficacia delle tecniche psicodiagnostiche; le modalità di gestione di situazioni di crisi emotiva, relazionale o decisionale insorgenti in vari fasi e contesti di vita;
  • la promozione del benessere psicosociale individuale e nei contesti sociali (asili nido,scuole, famiglia e lavoro);
  • la progettazione di efficaci forme di riabilitazione psicologica e psicosociale;
  • la valutazione dell’efficacia degli interventi di aiuto e dei di programmi diprevenzione e promozione della salute in differenti contesti sociali, ecc.

La Psicologia Clinica, per quanto concerne il processo conoscitivo (e diagnostico) su cui fonda i suoi obiettivi di intervento, evidenzia: a) la centralità di una relazione autentica tra psicologo e utente/paziente; b) la qualità del setting co-costruito e funzionale alla comprensione e valutazione clinica (anche mediante gli specifici strumenti come il colloquio, inventari e test); c) la progettazione dell’intervento clinico di cura, intesa non necessariamente come psicoterapia, ma, più in generale, come aiuto alla maturazione di una capacità di comprensione della propria realtà psichica e di uno stile comportamentale e relazionale adattivo e funzionale per la persona.

ansia 3

In qualità di Psicologo clinico e Counsellor gestaltico collaboro con il cliente al fine di facilitare, il riconoscimento e l’identificazione delle proprie emozioni, la scoperta delle risorse e potenzialità, lo sviluppo di abilità di problem solving, i processi decisonali.

Aree specifiche di consulenza psicologica:

ANSIA: generalizzata, disturbo ossessivo-compulsivo OCD, ansia legata all’ambito professionale…

AUTOSTIMA: sensazione di inadeguatezza, incapacità, senso di inferiorità…

DIPENDENZA DA INTERNET E NEW MEDIA

DISTURBI CORRELATI ALLA SFERA AFFETTIVA: separazioni, perdite , gestione rapporto di coppia…

DISTURBI RELAZIONALI: fobia sociale, difficoltà di relazione/contatto con familiari, amici, colleghi, autorità…

ACUFENI: correlati ansiosi e depressivi

UMORE: tristezza, solitudine, senso di vuoto…

FASI DEL CICLO DI VITA: infanzia, adolescenza, maternità, menopausa,pensionamento…

DIFFICOLTA’ NELLO STUDIO: concentrazione, ansia da esame, scarsa motivazione

DISAGI IN AMBITO PROFESSIONALE: perdita lavoro, trasferimenti, gestione del cambiamento

ansia 2

 

 

 

Codice deontologico degli psicologi italiani